Pastiera napoletana: la ricetta light di 300 Kcal da fare a Pasqua


Per raccontare le origini della pastiera napoletana, i napoletani chiamano in causa addirittura Partenope, ma le prime testimonianze storiche che raccontano questo dolce, risalgono alle suore di un convento di San Gregorio Armeno. Queste suore preparavano una tale quantità di pastiere ogni anno, che in pratica ogni abitante del circondario ne riceveva almeno una fettina per Pasqua. La pastiera, secondo la tradizione, fu anche l’unico dolce in grado di far sorridere Maria Teresa d’Austria, la regina che non rideva mai.

Lasciando da parte le storie che circondano la pastiera, vediamo come prepararla in un modo speciale, sostituendo lo zucchero con un buon dolcificante in polvere e usando la farina integrale. In questo modo avremo un dolce gustosissimo ma leggero, da consumare senza troppi sensi di colpa a Pasqua anche in regime dietetico. Se pensate che la pastiera napoletana originale ha un contenuto calorico da 500 in su per porzione, vi renderete conto quanto sia meno calorica questa ricetta.

Pastiera napoletana light, la ricetta di 300 Kcal

Tempo di preparazione: 30 minuti
Cottura: 60 minuti
Tempo totale: 1 ora e 30 minuti
Porzioni: 12
Calorie: 300

Pastiera napoletana

Ingredienti

  • 200 grammi di farina integrale
  • 1 uovo
  • 90 ml di olio evo
  • 35 grammi di dolcificante tipo Stevia
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • latte di soia q.b.
  • buccia grattugiata di 1 limone

Per il ripieno:

  • 500 grammi di formaggio Philadelphia light oppure ricotta di mucca
  • 500 grammi di farina di Kamut
  • 300 ml di latte
  • 60 grammi di riso
  • 100 grammi di dolcificante in polvere, tipo Stevia
  • 3 uova
  • 1 limone, buccia grattugiata
  • 1 pizzico di cannella

Preparazione

  1. Per preparare la pasta frolla integrale, comincia sbattendo insieme uova e dolcificante con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  2. Aggiungi al composto l’olio, il latte, il lievito e la buccia del limone grattugiata.
  3. Infine aggiungi la farina di Kamut e lavora il composto sul piano di lavoro, formando una palla.
  4. Poni la pasta frolla in frigorifero coperta dalla pellicola trasparente per dieci minuti.
  5. Trascorso questo tempo, stendi la pasta in una teglia infarinata con i bordi rialzati e rimettila in frigo mentre prepari gli altri ingredienti. Ricordati di tenere da parte un po’ d’impasto per le strisce di decorazione.
  6. Fai bollire il riso nel latte, fino a che diventa morbido e cremoso e lascia raffreddare.
  7. Unisci al composto di riso il formaggio, il dolcificante, la buccia di limone grattugiata, le uova e i canditi.
  8. Ora estrai la teglia con la pasta frolla, bucherella con la forchetta e riempi con il composto preparato.
  9. Se hai tenuto da parte un po’ di frolla, prepara le strisce con la rotellina taglia pasta e decora la superficie del dolce.
  10. Cuoci la pastiera nel forno caldo a 180°C per un’ora.
  11. Al termine, lascia raffreddare nel forno con lo sportello aperto.
  12. Se ti è possibile, fai riposare la pastiera napoletana per un paio di giorni.

Leggi anche: Pastiera al cioccolato: la ricetta senza zucchero, burro e con meno calorie

Tags: , , , , , ,