Pane fatto in casa: la ricetta per farlo bene e croccante!


Il pane è un alimento indispensabile al quale non si può rinunciare ed è il protagonista della tavola durante i pasti importanti della giornata. Le farine migliori per realizzare il pane casereccio sono la farina di tipo 1 e la farina di tipo 2, entrambe di ottima qualità, soprattutto se vengono macinate a pietra.

Se si vuole arricchire il pane di fibre naturali, è possibile utilizzare la farina integrale di grano tenero. Un’altra farina non appartiene alla famiglia di quelle a grano tenero, è la manitoba, che viene impiegata per fare in modo che la mollica sia alveolata e morbida.

Il pane fatto in casa si può preparare con pasta madre o con lievito di birra classico. I tempi di lievitazione dipendono dalla grandezza del pane e dal tipo di lievito utilizzato: nel caso di lievito di birra si arriva anche a 4 ore, nel caso di pasta madre e similari anche a 12. Di seguito, viene proposta la ricetta, semplicissima, del pane realizzato con lievito di birra. Buona preparazione!

La ricetta del pane fatto in casa

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 50 minuti
Tempo di lievitazione: 4 ore
Tempo totale: 5 ore
Porzioni: 6
Calorie: 290 per panino

Pane fatto in casa

Ingredienti

  • 350 gr di farina di tipo 1
  • 150 gr di farina manitoba
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 350 gr di acqua a temperatura ambiente
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Iniziare la preparazione sciogliendo il lievito di birra in mezzo bicchiere di acqua tiepida.
  2. Setacciare la farina a fontana su un piano di lavoro duro mescolandola assieme ad un pizzico di sale e, quando il lievito sarà completamente sciolto, utilizzarlo per stemperare la farina, lavorando il primo impasto con una forchetta.
  3. Poco alla volta, aggiungere anche l’acqua e iniziare a lavorare l’impasto con le mani per almeno 15 minuti, al fine di ottenere un composto sodo, elastico ed omogeneo.
  4. Una volta che l’impasto sarà liscio e sodo, formare una palla e metterla in una ciotola infarinata coperta con un panno umido. Lasciar lievitare per almeno 2 ore o fino a quando il panetto non sarà aumentato di volume.
  5. Terminata la lievitazione, riprendere il panetto e lavorarlo su una superficie dura e infarinata formando la pagnotta (forma arrotondata) oppure il filone (forma allungata).
  6. Praticare delle incisioni sulla superficie del pane utilizzando un coltello a punta fine, dopodiché lasciare lievitare per altre 2 ore.
  7. Trascorso il secondo tempo di lievitazione, infornare a 200°C per circa 50 minuti ricordando di sistemare sul fondo del forno una ciotola in alluminio con acqua. Il forno deve essere ventilato.
  8. Sfornare il pane, disporlo su una gratella aperta e rialzata e lasciarlo raffreddare senza coprirlo, affinché mantenga la sua croccantezza.

Leggi anche: Pane nuvola senza carboidrati. La ricetta light di sole 55 Kcal!

All’impasto si può aggiungere anche un pizzico di zucchero per velocizzare il processo di lievitazione e fare assumere al pane un colore ambrato. Lo zucchero può essere sostituito con miele o malto.

 

Tags: , , , , ,